Paola: a 30 anni dalla morte di Roberta Lanzino, la "sua" Biblioteca cresce

Paola - A trent’anni esatti dall’efferato omicidio di Roberta Lanzino, la biblioteca comunale di Paola – dedicata alla memoria della sfortunata ragazza – ha ricevuto in dono una corposa donazione di nuovi testi che, senz’altro, andranno ad arricchire un’offerta culturale già imponente di per sé.

Sono dieci i libri che il giornalista Angelo Pagliaro ha voluto mettere a disposizione della collettività, testi che in copertina recano il suo nome come autore, opere che affrontano tematiche importanti, con approfondite ricostruzioni storiche calabresi e puntuali analisi di vicende che costituiscono l’ossatura dell’attualità locale.

Per questa ragione, Angelo Pagliaro – nella documentazione proposta a supporto della donazione – ha fatto esplicita richiesta di istituzione di una nuova sezione interna proprio alla biblioteca, un settore funzionale quale “Archivio storico della memoria della città di Paola”, una proposta che il giornalista ha così articolato: «Egregio Sig. Sindaco, gentile Assessora alla cultura, il 26 luglio 2018, al pari di numerosi giornalisti, attivisti, media-attivisti sociali, operatori culturali ecc., ho ricordato Roberta Lanzino, a 30 anni del suo  barbaro  omicidio.  Considerato che la Biblioteca della nostra città porta il suo nome, avrei pensato  di donare,  a codesta istituzione culturale cittadina, 10 copie dei miei libri, una per ciascuno dei libri di storia che ho scritto negli ultimi 15 anni, alcuni dei quali trattano della storia di Paola, del Tirreno cosentino e dell’emigrazione politica calabrese all’estero. Mi auguro, inoltre, che questa donazione stimoli  l’Amministrazione Comunale a riconsiderare la proposta avanzata recentemente da vari studiosi paolani (Alfonso Perrotta, Roberto Losso, Mauro Francesco Minervino e dal sottoscritto) di costituire, presso la Biblioteca “R.Lanzino” una sezione riservata all’Archivio storico della memoria della città di Paola, che raccolga tutte le pubblicazioni e i documenti disponibili (libri, atti, video, foto, interviste  ecc.) e che serva soprattutto a giovani studenti, tesisti, studiosi che vogliano approfondire la storia della nostra comunità. Certo di fare cosa gradita, in attesa di un vostro gentile riscontro nel quale mi si autorizzi alla consegna delle opere alla responsabile della Biblioteca per la necessaria catalogazione, invio cordiali saluti».

A stretto giro di posta è giunta la risposta del sindaco Roberto Perrotta, che nella qualità di primo cittadino paolano ha manifestato gradimento per la proposta e grande attenzione per la richiesta.

«Con la presente esprimo la più alta considerazione rispetto la Sua proposta – ha replicato il sindaco di Paola – protocollata lo scorso 6 agosto. È difatti cosa assai gradita ricevere in dono i Suoi pregevolissimi testi, proprio in occasione del 30° anniversario dal barbaro assassinio di Roberta Lanzino, ed allocarli nella biblioteca comunale che porta il suo nome a perenne memoria della giovane vita stroncata. È inoltre motivo di vanto per l’istituzione bibliotecaria comunale, poter arricchire la sua offerta rivolta a lettori e fruitori, con i frutti delle Sue fatiche maturati in così tanti anni di attività. Sono sicuro che il materiale che intenderà donare sarà apprezzato da quanti quotidianamente si recano presso i locali della biblioteca. È intenzione mia e dell’intera Amministrazione Comunale organizzare una cerimonia per valorizzare quanto Lei ha gentilmente proposto. A tal fine sarà a sua disposizione l’ufficio “Staff del Sindaco”. L’occasione mi è gradita – ha concluso Roberto Perrotta – per rinnovarLe i miei più vivi complimenti per il lavoro sulla ricerca storica incentrata sulla città di Paola e la Calabria più in generale».

Segue pertanto una “carrellata” di immagini con didascalie relative ai dieci testi già disponibili presso la Biblioteca comunale “Roberta Lanzino” (nonché una fotografia che, come già evidenziato nell’immagine “in evidenza” dell’articolo, ritrae il giornalista Angelo Pagliaro insieme alla responsabile della Biblioteca, Rovenza Iusi).

Testata: 
Data: 
Giovedì, 6 Settembre, 2018