Panchina rossa contro la violenza dei "barbablù"

San Nicola Arcella - Una nuova installazione di una panchina rossa sul Tirreno cosentino conferma l'alto livello di sensibilità verso le donne vittime di violenza. Questa mattina alle ore 10:00, è il turno di San Nicola Arcella. La panchina rossa, contro la violenza dei "barbablù" sulle donne. L'evento è in programma nella sede della scuola primaria "Luciano D'Orrico".

Sono previsti i saluti del sindaco Barbara Mele, gli interventi degli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado di San Nicola Arcella. Ci sarà la compagnia teatrale Sirio; e parteciperanno Franco e Matilde Lanzino, genitori di Roberta. Saranno presenti: l'ispettore Maria Rita Valente, comandante del distaccamento di Polizia stradale di Scalea; il capitano Andrea Massari, comandante della Compagnia carabinieri di Scalea. Verrà inaugurato lo sportello d'ascolto e antiviolenza "Roberta Lanzino". L'iniziativa dell'aministrazione comunale di San Nicola Arcella fa riferimento alla risoluzione del 17 dicembre 1999 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite che ha individuato la data del 25 novembre come Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, e contestualmente ha invitato i governi e le organizzazioni internazionali ad avviare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica per ricordare tutte le donne vittime di violenza. Lo scorso 8 maggio 2018 è stato sottoscritto il protocollo di intesa tra il Comune di San Nicola Arcella e la Fondazione Roberta Lanzino Onlus a sancire un rapporto di collaborazione nella realizzazione di iniziative volte a realizzare "politiche positive" in favore di donne vittime di violenze e "azioni autorevoli" per contrastare possibili fenomeni d'illegalità.

Data: 
Mercoledì, 16 Gennaio, 2019