Gallerie

XIIIa Edizione BORSA DI STUDIO “Roberta Lanzino” contro la violenza alle donne e ai minori

La Fondazione “Roberta Lanzino” onlus, bandisce la 13a Edizione della Borsa di studio “Roberta Lanzino” contro la violenza alle donne e ai minori destinata agli studenti del triennio del Liceo “G. Scorza” di Cosenza, rinnovando così l’impegno spontaneamente assunto nel 2005, nel corso dell’intitolazione della Biblioteca a Roberta, già allieva del liceo. Attraverso questa iniziativa, che si rinnova di anno in anno, si vuole incentivare la riflessione degli studenti sul tema della violenza alle donne, intesa nella sua accezione più globale.
Nell’attuale edizione, in particolare. si vuole riportare alla conoscenza delle giovani generazioni, l’importante ruolo avuto nel processo di generale crescita sociale, il contributo del pensiero e dell’azione delle donne, che, in un determinato periodo storico del 900, che oggi compie 50 anni, conosciuto e definito in generale con il termine “Sessantotto”, perdendo timidezze sedimentate, ha acquistato certezze e consapevolezze diffuse, realizzando, con la forza di un impegno intellettuale e concreto, un modello di lotta pacifica capace di aprire alle donne la strada del DIRITTO alla parola, all’autodeterminazione, alla libertà. Nello specifico, il tema è stato così definito:

A passeggio nel ’SESSANTOTTO” che compie 50 anni:
LA RIVOLUZIONE PACIFICA DELLE DONNE
Focus su: Libertà conquistate ed eredità tradite
Intervista alla generazione sessantottina

Data apertura: 
Mercoledì, 10 Ottobre, 2018
Data chiusura: 
Domenica, 18 Novembre, 2018

Paola: a 30 anni dalla morte di Roberta Lanzino, la "sua" Biblioteca cresce

Paola - A trent’anni esatti dall’efferato omicidio di Roberta Lanzino, la biblioteca comunale di Paola – dedicata alla memoria della sfortunata ragazza – ha ricevuto in dono una corposa donazione di nuovi testi che, senz’altro, andranno ad arricchire un’offerta culturale già imponente di per sé.

Sono dieci i libri che il giornalista Angelo Pagliaro ha voluto mettere a disposizione della collettività, testi che in copertina recano il suo nome come autore, opere che affrontano tematiche importanti, con approfondite ricostruzioni storiche calabresi e puntuali analisi di vicende che costituiscono l’ossatura dell’attualità locale.

Una messa per Roberta

L'istinto più forte ci suggerisce di tacere, quasi una sorta di autodifesa, ormai giunti alla nostra non più giovane età. Il dovere invece ci dice di parlare, sempre guidati, ovviamente, dalla consueta equilibrata eticità che ha accompagnato la nostra intensa presenza sul territorio in questo trentennio che oggi ci sembra incredibilmente lungo, ma anche incredibilmente veloce. Cosa è accaduto in questi trenta anni?

Censimento Centri antiviolenza in Calabria, sette sono idonei

CATANZARO – E’ stata pubblicata sul sito della Regione la graduatoria predisposta dalla Commissione di valutazione appositamente costituita sui centri antiviolenza censiti e idonei in Calabria. La manifestazione di interesse era stata decisa dalla Giunta regionale con la deliberazione 539 del 15 novembre 2017, che aveva avviato il censimento dei Centri antiviolenza già operanti sul territorio calabrese e in possesso dei requisiti minimi obbligatori previsti dall’Intesa Stato-Regioni-Province autonome del 2014 al fine di ottenere la mappatura dei servizi, necessaria a una programmazione piu’ efficace e una razionalizzazione dell’offerta in relazione ai fabbisogni.

Pagine

Abbonamento a Front page feed

Calendario attività

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28